« Indietro
16.082021

Settembre 2021: NOVITA’ E RINNOVI CCNL

  1. CCNL Alimentari (Piccola industria): contratti a tempo parziale

A far data dal 1° settembre 2021, in caso di assunzione di personale a tempo parziale, i datori di lavoro sono tenuti a darne tempestiva informazione al personale già dipendente con rapporto a tempo pieno occupato in unità produttive site nello stesso ambito comunale.

A tale proposito, i datori di lavoro dovranno a prendere in considerazione le eventuali domande di trasformazione a tempo parziale nei limiti del:

  • 4% del personale in forza a tempo pieno, per le aziende fino a 50 dipendenti;
  • 8% del personale in forza a tempo pieno, per le aziende oltre 50 dipendenti.

Il rifiuto del lavoratore di trasformare il proprio rapporto di lavoro a tempo a tempo parziale, o viceversa, non costituisce giustificato motivo di licenziamento.

  1. CCNL Legno e arredamento (Piccola industria): contributo contrattuale

Nel mese di settembre 2021 i datori di lavoro dovranno eseguire una trattenuta netta sulla retribuzione dei lavoratori dipendenti impiegati a titolo di servizio sindacale contrattuale. La trattenuta ammonta ad Euro 35,00.

  1. CCNL Metalmeccanici (Piccola industria CONFIMI): welfare

Dal 1° settembre 2021 le aziende saranno tenute a mettere a disposizione dei lavoratori strumenti di welfare del valore di Euro 150,00, elevato ad Euro 200,00 a decorrere dall’anno 2022.

L’attribuzione dei benefit in argomento sarà ripetuta annualmente con decorrenza dal 1° settembre di ciascuno anno e l’utilizzo degli stessi dovrà avvenire entro il 31 agosto di ogni anno successivo.

  1. CCNL Vetro: contributo contrattuale

Eccezion fatta per i dipendenti che hanno espresso opportuno diniego, entro il 30 settembre 2021 i datori di lavoro dovranno versare alle sigle sindacali le somme raccolte a titolo di contributo contrattuale.

  1. Erogazione di importi “una tantum”

Nel mese di settembre 2021 è prevista l’erogazione di importi a titolo di “una tantum” ai sensi dei seguenti contratti collettivi nazionali di lavoro:

  • CCNL Agenzie di viaggio e turismo (Confcommercio);
  • CCNL Agenzie immobiliari;
  • CCNL Istituzioni socioassistenziali (Misercordie).
  1. Aumento dei minimi retributivi

A decorrere dal 1° settembre 2021 è previsto un aumento dei minimi retributivi tabellari dei seguenti contratti collettivi nazionali di lavoro:

  • CCNL Alimentari (Cooperative);
  • CCNL Alimentari (Industria);
  • CCNL Chimici farmaceutici (Piccola industria);
  • CCNL Concerie (Industria);
  • CCNL Consorzi di bonifica;
  • CCNL Enti di istruzione, formazione e cultura (Confimpreseitalia);
  • CCNL Gas e acqua;
  • CCNL Gomma, plastica (Piccola industria);
  • CCNL Lavanderie e tintorie (Assosistema);
  • CCNL Oleari e margarinieri (Industria);
  • CCNL Terziario, servizi (CIFA/CONFSAL);
  • CCNL Vetro (Piccola industria).