« Indietro
21.012021

Febbraio 2021: NOVITA’ E RINNOVI CCNL

  1. CCNL Autostrade e trafori (Concessionari): cassa integrazione ed ente bilaterale

Il CCNL Autostrade e trafori (Concessionari) dispone che, entro il mese di febbraio 2021, il datore di lavoro eroghi ai lavoratori in forza al 25 novembre 2020 un importo indennitario, comprensivo della contribuzione a carico del lavoratore e del datore di lavoro e della contribuzione Inail, per ciascuna ora di mancata prestazione e collocazione in CIG con causale COVID-19.

Il fondo EBINAT procederà poi a corrispondere a ciascuna azienda la somma derivante dal numero di ore di cassa integrazione COVID-19 moltiplicate per l’importo orario corrispondente a ciascun livello secondo quanto indicato nella tabella che segue.

Livello di inquadramento

Importo orario da corrispondere

A

Euro 19,83

A1

Euro 16,85

B

Euro 14,48

B1

Euro 12,51

C

Euro 10,47

C1

Euro 9,25

D

Euro 5,88


2. CCNL Istituzioni socio-assistenziali (UNEBA): una tantum

Al personale in forza al 1° febbraio 2021 che abbia superato il periodo di prova, verrà riconosciuta con la retribuzione del mese di febbraio 2021 una somma forfettaria omnicomprensiva a titolo di una tantum secondo gli importi sotto riportati.

Livello

Importo da corrispondere

Quadro

Euro 133,33

1

Euro 125,4

2

Euro 118,25

3S

Euro 109,52

3

Euro 105,55

4S

Euro 100,00

4

Euro 96,83

5S

Euro 95,24

5

Euro 92,86

6S

Euro 90,48

6

Euro 88,10

7

Euro 81,75


3. CCNL Case di cura private – personale medico (ARIS): una tantum

Il CCNL Case di cura private – personale medico (ARIS) riconosce ai dirigenti medici dipendenti delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali di diritto privato aderenti ad ARIS, assunti prima del 1° gennaio 2020 ed ancora in servizio alla data del 7 ottobre 2020, un importo netto a titolo di una tantum pari ad Euro 2.500,00. Questo importo ha la finalità di sopperire al disagio derivante dalla ritardata sottoscrizione del CCNL stesso.

L’importo verrà corrisposto in 5 tranches di pari importo, con le retribuzioni dal mese di gennaio 2021 al mese di maggio 2021.

4. CCNL Servizi postali appaltati: una tantum

Ai sensi del CCNL servizi postali appaltati nel mese di febbraio 2021 i datori di lavoro dovranno erogare ai lavoratori in forza al 14 luglio 2020 la tranche dell’importo riconosciuto a titolo di una tantum.

L’ammontare dell’una tantum, determinato analiticamente dal CCNL stesso e parametrato per ciascun livello di inquadramento, deve essere corrisposto pro-quota con riferimento a tante quote mensili quanti sono stati i mesi di servizio effettivo prestati nel periodo 1° gennaio 2017 – 31 luglio 2020 e riproporzionato per i lavoratori a tempo parziale.

Le prossime tranches interesseranno i mesi di agosto e dicembre 2021.