« Indietro
31.082020

Dal 16 settembre la ripresa dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali all’INPS

I decreti che si sono succeduti nel corso dell’emergenza avevano disposto la sospensione dei versamenti in scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020. Di tale sospensione hanno potuto beneficiare i datori di lavoro ricompresi in determinate categorie delineate dai medesimi decreti.

In particolare, per i datori di lavoro che hanno beneficiato della sospensione la scadenza entro cui procedere ai versamenti è stata rimandata al 16 settembre 2020.

Il pagamento dei contributi previdenziali sospesi può essere effettuato in un’unica soluzione o mediante rateizzazione.

In merito a quest’ultima modalità di pagamento, l’articolo 97 del Decreto Legge n. 104/2020 (c.d. Decreto agosto) ha disposto che il versamento delle somme sospese, senza applicazione di sanzioni e interessi, potrà essere effettuato secondo il seguente schema:

  • il 50% delle somme dovute in un’unica soluzione entro il 16 settembre 2020, o, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020;
  • il restante 50% delle somme dovute, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021.