16.082021

INL: riattivazione delle procedure conciliative per i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo

Con la nota n. 5186 dello scorso 16 luglio, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (“INL”) ha fornito indicazioni operative circa la riattivazione delle procedure di conciliazione attinenti ai licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo, in merito alle quali ha acquisito parere dell’Ufficio legislativo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Riferimenti normativi Fin dalla fase…

26.072021

L’illecito utilizzo dell’auto aziendale può ledere il vincolo fiduciario (Andrea Di Nino, Sintesi – Ordine dei Consulenti del Lavoro, luglio 2021)

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 11644 del 4 maggio 2021, ha affermato che è legittimo il licenziamento del lavoratore che, in possesso di autovettura aziendale, cerchi di “mascherare la realtà, denunciando un falso sinistro” a seguito dell’illegittimo utilizzo della stessa. I fatti vedono, nel concreto, il dirigente medico di un’azienda unità sanitaria…

23.042021

Accordo sindacale di demansionamento: il potere di licenziamento è limitato (Andrea Di Nino, Sintesi – Ordine dei Consulenti del Lavoro, aprile 2021)

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 701 del 18 gennaio 2021, si è espressa in merito al potere di licenziamento esercitabile da parte del datore di lavoro, evidenziando come lo stesso risulti limitato qualora il lavoratore abbia, in precedenza, aderito ad un accordo sindacale nel quale richiede di essere adibito ad una mansione…

22.042021

Licenziamento economico: obbligo di reintegra in caso di manifesta insussistenza del fatto

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 59 depositata il 1° aprile 2021, ha dichiarato incostituzionale l’art. 18, comma 7, secondo periodo, della Legge 300/1970 (c.d. Statuto dei Lavoratori), così come modificato dall’art. 1, comma 42, lett. b) della Legge 92/2012 (c.d. Legge Fornero), poiché lesivo del principio di uguaglianza di cui all’art. 3 della Costituzione….

26.032021

Tribunale di Roma: applicabilità del divieto di licenziamento anche ai dirigenti

Il Tribunale di Roma, con ordinanza del 26 febbraio 2021, ha affermato che il divieto di licenziamento per motivi economici, introdotto dalla normativa emergenziale, deve ritenersi applicabile anche ai dirigenti. I fatti di causa I fatti di causa riguardano un lavoratore, inquadrato come Dirigente ai sensi del Contratto Collettivo Nazionale dei Dirigenti del settore Terziario,…

19.022021

Nullo il licenziamento economico intimato in violazione del divieto per COVID-19

Il Tribunale di Mantova, con la sentenza n. 112/2020, ha dichiarato nullo il licenziamento per giustificato motivo oggettivo intimato ad una apprendista, poiché contrario al divieto disposto dalla normativa emergenziale attualmente in vigore a causa della pandemia da COVID-19. I fatti La ricorrente era stata assunta da una società operante nel settore del commercio al…

21.122020

È legittimo frequentare un corso formativo durante i giorni di permessi 104

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 23434 del 26 ottobre 2020, ha chiarito che non integra l’abuso del diritto alla fruizione dei permessi ex legge 104/1992 e non viola i principi di correttezza e buona fede, sia nei confronti del datore di lavoro che dell’ente assicurativo, la partecipazione ad un corso formativo sulla malattia…

21.092020

Furto in azienda: il licenziamento è legittimo quando previsto dalla contrattazione collettiva (Andrea Di Nino, Sintesi – Ordine dei Consulenti del Lavoro, settembre 2020)

La Corte di Cassazione, con la sentenza n 11005 del 9 giugno 2020, si è espressa circa il licenziamento di un lavoratore, reo di aver sottratto due pennelli aziendali, che gli sono stati ritrovati nello zaino. In particolare, la sentenza del 30 maggio 2018 della Corte d’Appello di Roma confermava la decisione presa dal Tribunale…

21.092020

Un’altra attività durante la malattia può legittimare il licenziamento

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 18245 del 2 settembre 2020, ha ribadito il principio secondo il quale lo svolgimento di una attività (lavorativa o extralavorativa) durante l’assenza dal lavoro per malattia può costituire grave inadempimento degli obblighi contrattuali gravanti sul lavoratore, se essa è tale da pregiudicare o ritardare la guarigione. I fatti…