« Indietro
08.092009

Tavolo unico per i metalmeccanici.

Si aprirà oggi, 24 luglio 2009, in Confindustria la vertenza per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici. Il tavolo è unico ma le piattaforme sindacali saranno due, data la mancata adesione della CGIL al nuovo accordo contrattuale del 22 gennaio 2009.

Si aprirà oggi, 24 luglio 2009, in Confindustria la vertenza per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici. Il tavolo è unico ma le piattaforme sindacali saranno due, data la mancata adesione della CGIL al nuovo accordo contrattuale del 22 gennaio 2009.

Da un lato FIM-CISL e UILM, aderenti al nuovo accordo contrattuale, propongono un aumento medio retributivo del 6% (Euro 113 al quinto livello) mentre, come elemento perequativo, suggeriscono un incremento di 30 euro al mese. Le suddette sigle sindacali, inoltre, chiedono la creazione di un fondo di solidarietà per il sostegno al reddito dei lavoratori in cassa integrazione ed il decollo dell’organismo bilaterale entro la fine del 2009.

Dall’altro lato, invece, la FIOM propone incrementi retributivi distribuiti su 5 fasce di reddito (per la quinta l’aumento è di 130 euro) estesi ai metalmeccanici in cassa integrazione. Come elemento perequativo, invece, l’aumento proposto è di 35 euro al mese. La FIOM spinge inoltre per la detassazione di tutti gli aumenti richiesti nonché per il blocco dei licenziamenti con un piano straordinario di formazione professionale e per la sicurezza sul lavoro.

(Fonte Il Sole 24 Ore)