« Indietro
27.032012

Riforma del mercato del lavoro: rafforzata l’una tantum per i parasubordinati

in Lavoro

Il testo finale con la proposta di DDL per la riforma del mercato del lavoro, licenziato venerdì dal Consiglio dei Ministri, prevede un ammortizzatore sociale anche per parasubordinati, esclusi dalla nuova “ASPI”.

Il testo finale con la proposta di DDL per la riforma del mercato del lavoro, licenziato venerdì dal Consiglio dei Ministri, prevede un ammortizzatore sociale anche per parasubordinati, esclusi dalla nuova “ASPI”. In particolare, si tratterà del rafforzamento della messa a regime dell’una tantum attualmente vigente, che spetterà ai lavoratori iscritti in via esclusiva alla gestione separata purché vi siano tutti i seguenti requisiti: a) rapporto di mono-committenza; b) collaborazione cessata per «fine lavoro»; c) reddito relativo all’anno precedente compreso tra 5 mila e 20 mila euro; d) assenza di contratto di lavoro (ossia, il lavoratore deve risultare disoccupato) da almeno due mesi; e) almeno tre mesi nell’anno precedente e almeno un mese nell’anno di riferimento di accredito contributivo.

(Italia Oggi, 27 marzo 2012, pag. 33)