« Indietro
29.112011

Ridotto l’acconto IRPEF

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con decreto, ha disposto che l’acconto IRPEF dovuto per il 2011, da pagarsi entro il 30 novembre p.v., sarà pari all’82% anziché al 99%.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con decreto, ha disposto che l’acconto IRPEF dovuto per il 2011, da pagarsi entro il 30 novembre p.v., sarà pari all’82% anziché al 99%. Lo stesso decreto prevede, inoltre, la riduzione di tre punti percentuali anche per l’acconto IRPEF relativo al 2012, che sarà, pertanto, pari al 96%. Detta novità riguarda solo l’IRPEF dovuta dalle persone fisiche, esercenti impresa, arte o professione, compresi i dipendenti e i pensionati, se in possesso di altri redditi oltre la pensione o a quello di lavoro dipendente. Pertanto, sono obbligati all’acconto IRPEF i contribuenti che hanno presentato la dichiarazione dei redditi Unico 2011 (se il debito d’imposta 2010 è di importo pari o superiore a Euro 52) ovvero il modello 730/2011 (anche se il pagamento viene fatto dai sostituti d’imposta con trattenuta IRPEF in busta paga o dalla pensione). Resta fermo che la riduzione dell’acconto IRPEF si dovrà poi restituire in sede di saldo di Unico 2012 o del modello 730/2012.

(Fonte il Sole 24 Ore)