« Indietro
20.102009

Lavoro: sanzioni più leggere sui riposi saltati

Il Ministero del Lavoro, con interpello n. 76 del 19 ottobre 2009, ha risposto ad un quesito della Confindustria, in merito alla possibilità di applicare alle violazioni riguardanti la disciplina del riposo giornaliero e settimanale

Il Ministero del Lavoro, con interpello n. 76 del 19 ottobre 2009, ha risposto ad un quesito della Confindustria, in merito alla possibilità di applicare alle violazioni riguardanti la disciplina del riposo giornaliero e settimanale, contenuta nel D.Lgs. n. 66/2003, le disposizioni dell’art. 8, comma 1, Legge n. 689/1981 secondo il quale “chi con un’azione od omissione viola diverse disposizioni che prevedono sanzioni amministrative o commette più violazioni delle stessa disposizione, soggiace alla sanzione prevista per la violazione più grave, aumentata sino al triplo”. Il Ministero, in proposito, ha chiarito che la pluralità di violazioni per i riposi giornalieri o settimanali può essere sanzionata come un’unica condotta illecita dell’azienda, in luogo di tante sanzioni quante sono le giornate violate, con una conseguente riduzione degli importi addebitati, soltanto in occasione della notifica dell’ordinanza di ingiunzione e non nella fase iniziale di contestazione da parte dell’ispettore del lavoro. Rimane ferma che la violazione unitaria deve essere provata con documentazione oggettiva da parte dell’azienda.

(Fonte il Sole 24 Ore)