« Indietro
22.122014

L’anticipo del TFR in busta paga

in TFR

Tra le novità del maxiemendamento del Senato alla Legge di Stabilità 2015 vi è anche la possibilità per i lavoratori dipendenti (con almeno sei mesi di contratto) di poter riscuotere – a partire dal prossimo mese di marzo 2015 – le quote di il trattamento di fine rapporto (TFR)

 Tra le novità del maxiemendamento del Senato alla Legge di Stabilità 2015 vi è anche la possibilità per i lavoratori dipendenti (con almeno sei mesi di contratto) di poter riscuotere – a partire dal prossimo mese di marzo 2015 – le quote di il trattamento di fine rapporto (TFR) maturando direttamente nella busta paga, con cadenza mensile. Al riguardo, occorre evidenziare il fatto che, mentre la regola generale impone l’assoggettamento del TFR a tassazione separata, l’anticipazione mensile dovrà avvenire con applicazione delle aliquote Irpef ordinarie.

(Il Sole 24 Ore, 22 dicembre 2014, pag. 5)