« Indietro
09.022015

INPS: istruzioni sulle aliquote contributive

in INPS

L’INPS, con circolare n. 27/2015, in merito alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, ha indicato le aliquote contributive, il massimale e il minimale di reddito per l’anno 2015 e le aliquote di computo.

L’INPS, con circolare n. 27/2015, in merito alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, ha indicato le aliquote contributive, il massimale e il minimale di reddito per l’anno 2015 e le aliquote di computo. In particolare: (i) per i soggetti iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata di cui all’art.2, comma 26, della legge n. 335/95, l’aliquota contributiva e di computo è elevata per l’anno 2015 al 30%. Tra i soggetti interessati sono compresi anche i lavoratori autonomi titolari di posizione fiscale ai fini dell’imposta sul valore aggiunto; (ii) per i soggetti già pensionati o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie l’aliquota per il 2015, è stabilita al 23,50%; (iii) è confermata l’ulteriore aliquota contributiva, istituita dall’art. 59, comma 16 della legge n. 449/1997, per il finanziamento dell’onere derivante dall’astensione agli iscritti, che non risultino già assicurati ad altra forma previdenziale obbligatoria o pensionati, della tutela relativa alla maternità, agli assegni per il nucleo familiare, alla degenza ospedaliera, alla malattia ed al congedo parentale. Tale aliquota contributiva aggiuntiva è pari allo 0,72%.

(Italia Oggi, 6 febbraio 2015, pag. 28)