« Indietro
30.082010

INPS: formazione ai cassaintegrati sotto controllo

in INPS

L’INPS, con messaggio n. 20810/10, ha previsto che le direzioni regionali e provinciali del lavoro debbano trasmettere al direttore regionale dell’Istituto previdenziale competente per territorio gli accordi che i datori di lavoro hanno concluso con le parti sociali per coinvolgere i lavoratori beneficiari di trattamenti al sostegno del reddito in progetti di formazione e riqualificazione professionale in azienda (previsti dal D.L. n. 78/09, convertito in L. n. 102/09), nonché l’elenco delle persone che ricorreranno a tali progetti.

L’INPS, con messaggio n. 20810/10, ha previsto che le direzioni regionali e provinciali del lavoro debbano trasmettere al direttore regionale dell’Istituto previdenziale competente per territorio gli accordi che i datori di lavoro hanno concluso con le parti sociali per coinvolgere i lavoratori beneficiari di trattamenti al sostegno del reddito in progetti di formazione e riqualificazione professionale in azienda (previsti dal D.L. n. 78/09, convertito in L. n. 102/09), nonché l’elenco delle persone che ricorreranno a tali progetti. Ciò affinché l’INPS possa monitorare la spesa ogni tre mesi ed aggiornare, al riguardo, il Ministero del Lavoro. Nel medesimo messaggio l’INPS precisa altresì che al lavoratore utilizzato nei progetti di formazione o riqualificazione sono riconosciute:

·         a titolo retributivo e a carico del datore di lavoro, la differenza tra il trattamento di sostegno al reddito spettante (al lordo del prelievo contributivo) e la retribuzione lorda originaria;

·         a titolo contributivo, mediante accreditamento dell’INPS, la contribuzione figurativa corrispondente ai valori retributivi previsti dalla normativa per il tipo di sostegno al reddito cui è titolare il lavoratore.

 

(Fonte Il Sole 24 Ore)