« Indietro
17.112010

INAIL: chiarimenti sulla “maxi-sanzione” contro il sommerso

in INAIL

L’INAIL, con nota n. 7918/2010, fa il punto sulle novità introdotte dal cd. “Collegato Lavoro” e, in particolare, sottolinea che una denuncia telematica Emens evita al datore di lavoro la maxisanzione amministrativa da Euro 1.500 a Euro 12.000 per ogni lavoratore irregolare (oltre a Euro 150 per ciascuna giornata).

L’INAIL, con nota n. 7918/2010, fa il punto sulle novità introdotte dal cd. “Collegato Lavoro” e, in particolare, sottolinea che una denuncia telematica Emens evita al datore di lavoro la maxisanzione amministrativa da Euro 1.500 a Euro 12.000 per ogni lavoratore irregolare (oltre a Euro 150 per ciascuna giornata). Ciò, in quanto le sanzioni non si applicano se dagli adempimenti di carattere contributivo assolti in precedenza emerge comunque la volontà del datore di non occultare il rapporto, anche in caso di non corrispondenza tra mansioni e qualifica del lavoratore. Rischiano, pertanto, di rimanere esclusi da tale opportunità tutti i rapporti per i quali non è previsto un adempimento contributivo, come il lavoro occasionale o i tirocini formativi.

(Fonte Il Sole 24 Ore)