« Indietro
30.062009

I meccanici restano divisi tra nuovo e vecchio modello.

Il contratto dei metalmeccanici scade il 31 dicembre e i sindacati hanno presentato con sei mesi di anticipo non una piattaforma unica bensì due.

Il contratto dei metalmeccanici scade il 31 dicembre e i sindacati hanno presentato con sei mesi di anticipo non una piattaforma unica bensì due: una proposta dalla FIM e dalla UILM che hanno accettato le nuove regole ed hanno avanzato una richiesta di aumento di 113 euro per il triennio 2010-2012 basando il calcolo sul nuovo indice IPCA; l’altra è stata, invece, presentata dalla FIOM che ha avanzato un richiesta di 130 euro per il biennio, seguendo il vecchio modello contrattuale. Federmeccanica, dal canto suo, ha deciso di convocare un tavolo unico che riprenderà i lavori nei prossimi giorni.

(Fonte Il Sole 24 Ore)