« Indietro
08.022010

CUD 2010

Entro il 1° marzo 2010 i datori di lavoro, anche se non rivestono la funzione di sostituto d’imposta, dovranno procedere alla certificazione dei redditi corrisposti ai lavoratori e ai soggetti fiscalmente equiparati durante il periodo di imposta 2009 consegnando il Mod. CUD 2010 in doppia copia, anche in forma telematica.

Entro il 1° marzo 2010 i datori di lavoro, anche se non rivestono la funzione di sostituto d’imposta, dovranno procedere alla certificazione dei redditi corrisposti ai lavoratori e ai soggetti fiscalmente equiparati durante il periodo di imposta 2009 consegnando il Mod. CUD 2010 in doppia copia, anche in forma telematica. In quest’ultima ipotesi, i datori di lavoro dovranno accertarsi che i lavoratori siano dotati degli strumenti per ricevere e stampare la certificazione (risoluzione Agenzia delle Entrate n. 145/06). Di seguito le principali novità nella compilazione:

  1. obbligo di indicare i dati dei familiari per i quali il lavoratore ha goduto, durante il periodo idi imposta, delle detrazioni (cod. BO);
  2. obbligo di indicare l’eventuale “Credito per famiglie numerose recuperato” (punto 38) e “Credito per canoni di locazione recuperato” (punto 41);
  3. obbligo di indicare la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti tributari per i contribuenti residenti nel territorio della provincia dell’Aquila alla data del 6 aprile 2009 (“Eventi eccezionali”);
  4. obbligo di indicare l’iscrizione alla previdenza complementare per i lavoratori occupati per la prima volta dal 1° gennaio 2007;
  5. obbligo di indicare analiticamente l’ammontare del TFR rimasto in azienda e quello confluito alla previdenza complementare.
  6.  

 

(Fonte Il Sole 24 Ore)