« Indietro
09.092009

Comunicazione all’INAIL degli infortuni di un giorno, dubbi applicativi.

in INAIL

Tra gli obblighi del datore di lavoro che entreranno in vigore sabato 16 maggio 2009 vi è quello di comunicare, a fini statistici, all’INAIL (ovvero all’IPSEMA per i lavoratori marittimi) i dati sugli infortuni sul lavoro che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, oltre quello in cui è avvenuto l’infortunio.

Tra gli obblighi del datore di lavoro che entreranno in vigore sabato 16 maggio 2009 vi è quello di comunicare, a fini statistici, all’INAIL (ovvero all’IPSEMA per i lavoratori marittimi) i dati sugli infortuni sul lavoro che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, oltre quello in cui è avvenuto l’infortunio.

Tuttavia, permangono dei dubbi circa le modalità di comunicazione (la precedente modulistica era stata congelata dal Ministero del Lavoro in attesa della definizione delle regole di funzionamento del sistema che sarebbe stato adottato a seguito della costituzione del Sistema Informativo Nazionale dei luoghi di lavoro – “SINP” – non ancora costituito) e circa i tempi, in quanto il Testo Unico sulla Sicurezza non indica un termine entro il quale effettuare la comunicazione, sebbene preveda una sanzione amministrativa da Euro 1.000 a 3.000 in caso di violazione dell’obbligo di comunicazione.

(Fonte Il Sole 24 Ore)